È possibile fare una spesa ecosostenibile senza stravolgere la nostra vita e risparmiando?
La risposta è SI!

Abbiamo individuato alcune semplici regole alla portata di tutti per una spesa ecosostenibile e attenta al risparmio.

Komama - Spesa ecosostenibile

1) Non comprate acqua in bottiglia

L’acqua del rubinetto è potabile, controllata, costa 2000 volte meno dell’acqua in bottiglia e non dovrete andare in giro come piccoli sherpa col vostro carico di liquidi. No! Farsi portare le bottiglie d’acqua dal corriere è solo comodo, ma non ecosostenibile.

K-notes
• In Italia ogni anno vengono buttate 9 MILIARDI di bottiglie di plastica, la cui produzione necessita 450 mila tonnellate di petrolio e produce più di 1 milione di tonnellate di CO2.
• Tra soli 30 anni il peso della plastica in mare supererà quello di tutti i pesci messi insieme.
K-actions
• Compra una bottiglia in alluminio da portare nella borsa o nello zaino. E’ igienica e dura tutta la vita!

2) Scegliete cibo locale, bio e di stagione

Anche una città industriale come Milano è circondata da una galassia di aziende agricole biologiche che offrono tramite vendita diretta al pubblico i loro prodotti a prezzi molto più contenuti delle catene di negozi bio. E non dovrete nemmeno capire cosa è di stagione e cosa no, poiché nei loro spacci troverete solo ciò che hanno potuto coltivare in quel periodo.
Poi, una volta al mese concedetevi una visita in incognito in un supermercato e comprate il mango più succoso che trovate… ma non ditelo a nessuno!

K-actions
• Cercate in internet il G.A.S. (gruppo di acquisto solidale) della vostra città o zona. Sono gruppi di cittadini che acquistano da produttori locali. Sarà tutto più semplice e conoscerete anche persone nuove, vicine a voi e con le vostre affinità.

3) “Less (imballo) is more”

Alcuni prodotti sono vere e proprie matriosche dove quello che compriamo è contenuto, avvolto, coperto e sigillato dentro strati di materiale che diventeranno rifiuti in brevissimo tempo. Rifiuti che noi compriamo e il cui prezzo spesso incide più del bene stesso. Lasciamoli sullo scaffale!

K-actions
• Si può tagliare il prezzo della spesa fino al 60% acquistando prodotti sfusi. In rete troverete indirizzi di negozi senza imballaggi, ma anche i supermercati e negozi bio si stanno organizzando con aree appositamente attrezzate.

+1) Guardati da te stesso (e dal marketing)

Siamo costantemente sedotti, attraverso la pubblicità, da una miriade di prodotti che promettono di regalarci attimi di assoluta realizzazione e felicità, gioia e piacere. Del resto è questo lo stato che si raggiunge quando il nostro gabinetto è così igienizzato da poterci fare colazione dentro, giusto?
Compriamo sull’onda emotiva (cercando di darci giustificazioni razionali) oggetti che crediamo necessari ma la cui vita si esaurisce in tempi ridottissimi. Piccoli attimi di piacere, che una volta consumati (l’acquisto), ci lasciano di nuovo affamati e insoddisfatti. Sfuggire del tutto a questi meccanismi è impossibile, limitarne i danni è fattibile.
Come? Noi ci stiamo provando con la meditazione zen e voi?

Shares
Share This

SEGUICI SU FACEBOOK!

Aggiornamenti su alimentazione naturale, salute, bellezza, risparmio e ambiente.

Komama

SEGUICI SU FACEBOOK!