Ti senti ecosostenibile fino al midollo? Oltre all’ideologia, oltre al comportamento quotidiano ecosostenibile, per te il vivere green è una vera passione? Perché allora non farne un lavoro?

green jobs

Ecco qualche spunto sulle nuove professioni legate al mondo dell’ecosostenibilità!

Iniziamo tenendo ben presente un paio di questioni:

  1. L’ecosostenibilità e la green economy sono temi caldi e, per certi versi, ancora poco esplorati. Traiamone un vantaggio pensando che c’è ancora molto da fare e le opportunità per nuovi business sono dietro l’angolo!
  2. Bisogna essere pronti a rimboccarsi le maniche e mettersi in gioco al 100%. E’ un ambito che richiede competenze sempre più specifiche e multidisciplinari: l’open mind è il must have!
K-notes
• Secondo un rapporto dell’ International Labour Organization sui lavori green, la transizione dall’era del petrolio a un’economia verde potrebbe generare dai 15 ai 60 milioni di nuovi posti di lavoro nell’arco del prossimo ventennio.

Lasciamo da parte le professioni più specifiche legate alla green economy (edilizia, ingegneria ed energia green) per fare un excursus sulle opportunità professionali più curiose e meno conosciute.

  • L’eco-avvocato fornisce ad aziende e privati consulenze specifiche in merito a questioni legate alla sostenibilità e alle leggi del settore. Per svolgere la professione, però, occorre una laurea in giurisprudenza e una specializzazione in diritto ambientale.
  • Il mobility manager studia e propone alle aziende il modo migliore per organizzare gli spostamenti sul territorio delle merci ed ottimizzare il tempo anche dei dipendenti. Obiettivo: ridurre le emissioni di anidride carbonica da un lato e far risparmiare l’azienda dall’altro. Anche in questo caso è necessario una formazione specifica e, soprattutto, un bel po’ di esperienza nella gestione di risorse umane e non.
  • L’ eco tour guide: professione che fa parte del macro settore del turismo sostenibile, è la versione green del classico tour operator. Propone in modo smart itinerari turistici non convenzionali. La formula funziona bene soprattutto se associata alla rivisitazione della “gita fuori-porta”: soggiorni brevi di uno o due giorni, nei pressi delle grandi città, proponendo tour all’insegna della sostenibilità. Parchi, riserve naturali e agriturismi con prelibatezze a km0… noi abbiamo già l’acquolina in bocca!
K-actions
• Per saperne di più sul turismo sostenibile, uno dei punti di riferimento è il sito dell’ AITR (Associazione Italiana Turismo Responsabile) dove è possibile consultare molte informazioni in merito a cooperative turistiche e proposte formative!
  • Rimaniamo in ambito culinario con l’eco-chef che conosce e propone ricette culinarie ad impatto zero. Una sorta di “ritorno alle origini” per le nostre abitudini in cucina, grazie al maggiore utilizzo di verdure e frutta di stagione, proveniente da coltivazioni eco-solidali o coltivate direttamente in giardino o in balcone. Ricette semplici e genuine!
  • C’è poi il mondo dei mestieri tradizionali rivisitati in chiave sostenibile! Citiamo il curioso caso dell’eco-parrucchiere che nello svolgere la sua professione (di parrucchiere, appunto) sceglie consapevolmente di adottare comportamenti ed accorgimenti utili a ridurre il consumo di energia ed acqua e promuovere l’utilizzo di prodotti naturali (come tinte, shampoo e saponi naturali, senza allergeni o ingredienti chimici).
K-notes
• Secondo l’organizzazione ambientalista Kyoto Club, il lavoro dei 150 mila parrucchieri italiani comporterebbe l’emissione di 800 mila tonnellate di anidride carbonica, pari a quella emessa ogni anno da 200 mila auto che percorrono 30 mila chilometri!
  • Entriamo nell’ambito del marketing e della comunicazione con il green-copywriter e l’eco-art director. Sì, avete letto bene! E non vuol dire che scrivono solo con la penna verde!
    La pubblicità è fondamentale in ogni settore, anche nella green economy! Per questo le aziende che vendono prodotti ecosostenibili e biologici hanno sempre più bisogno di professionisti di comunicazione e marketing che siano anche specialisti di green economy e trend di settore, che riescano cioè a dar forma ed espressione a slogan creati ad hoc per campagne pubblicitarie legate all’ecosostenibilità.

Come abbiamo visto, le opportunità di lavoro in ambito eco green sono molte, vanno dalle professioni più innovative alle più tradizionali reinventate in chiave verde… Spazio all’intraprendenza quindi, sempre in ottica green!

Shares
Share This

SEGUICI SU FACEBOOK!

Aggiornamenti su alimentazione naturale, salute, bellezza, risparmio e ambiente.

Komama

SEGUICI SU FACEBOOK!