“La forma è sostanza”, ci ha insegnato Aristotele. Anche la sostenibilità ha la propria forma: si chiama green advertising.

La green advertising non è un semplice virtuosismo comunicativo che sfrutta il concetto della sostenibilità fine a se stesso. Quando ben fatta, la green advertising sa essere una vera e propria leva in grado di smuovere l’ideologia di migliaia di persone per indurle ad azioni concrete. Si tratta di spot pubblicitari emozionali che sanno fare breccia nelle coscienze delle persone e comunicare l’importanza della sostenibilità. Le pubblicità green da molti anni ormai sono utilizzate in moltissimi settori!

Le 10 migliori pubblicità green, scelte da Komama per voi!

 

Partiamo con due pubblicità famose del WWF, così impattanti da essere sempre attuali.

Save paper. Save the planet” – Un dispenser di carta con la sagoma dell’Africa ci ricorda ad ogni foglio preso quanto preziosa sia la carta. Ridurne l’inutile utilizzo significa preservare il nostro Pianeta dalla deforestazione.

Evolution” – Con una semplicità disarmante viene raffigurata l’evoluzione di una specie animale, in questo caso gli elefanti, dalla loro origine di micro organismo fino all’animale che conosciamo noi oggi. Il passaggio evolutivo successivo non ci sarà a causa dell’estinzione dell’animale: la raffigurazione della zanna è una chiara denuncia al bracconaggio che sta mettendo a serio rischio la sopravvivenza di questi animali.

wwf-evolution pubblicità green sostenibilità

 

Un altro importante nemico di molte specie animali è la plastica che inquina l’ambiente, mette a rischio l’ecosistema e la biodiversità. L’associazione belga GAIA è impegnata da anni a ridurre la violenza e la crudeltà contro gli animali. Qui la campagna pubblicitaria “Plastic bags kill“: le buste di plastica uccidono.

plastic-bags-pubblicità green sostenibilità

 

La Giornata Mondiale per l’Ambiente, celebrata il 5 giugno di ogni anno, ci ricorda quanto Madre Natura abbia bisogno di cura e protezione, proprio come se fosse una donna in dolce attesa alla quale ognuno di noi deve mostrare amore. Come? Amare gli alberi… Amare la natura…

giornata-mondiale-per-lambiente-2013-pubblicità-green-sostenibilità

Endangered Wildlife Trust è una ONG sudafricana impegnata nel ridurre l’impatto ambientale delle infrastrutture legate all’energia e alle telecomunicazioni. Presenta un’immagine apparentemente normale di un banco di pesci che nuota sott’acqua. Ad una visione più attenta, però, ci si accorge che… sono barche! La scritta completa il senso della pubblicità: “Nell’arco della nostra vita, potrebbero esserci più pescherecci che pesci nei nostri oceani. A meno che non agiamo adesso. Negli ultimi 50 anni abbiamo devastato circa 90% delle riserve di grandi pesci negli oceani del mondo. Abbiamo una piccola finestra di opportunità per salvare l’ultimo 10% prima che si estinguano. Fermate il massacro nei nostri mari.”

ewt1-pubblicità-green-sostenibilità

 

Eskom, la compagnia che gestisce i servizi energetici in Sud Africa, qualche anno fa ha realizzato uno dei billboard più efficaci di sempre. Per diffondere consapevolezza sull’importanza dell’utilizzo attento dell’energia elettrica, ha realizzato un maxi poster illuminato solo da un neon per far luce unicamente su ciò che è necessario: il risparmio energetico. In questo caso è evidente: “la forma è sostanza”… Eloquente e geniale!

eskom-pubblicità-green

 

Citiamo un caso big, davvero esemplare di come una pubblicità dal forte impatto sociale possa influenzare le decisioni strategiche di aziende multinazionali. È la campagna di Greenpeace contro lo sfruttamento del sottosuolo artico da parte di Shell: il video degli omini di Lego sommersi dal petrolio – che sfiora le 8 milioni di visualizzazioni! – ha spinto il gruppo Lego a rompere la sua partnership con l’azienda petrolifera.

 

Della Francia arriva una delle più riuscite campagne di marketing sostenibile, che ha saputo anche sfruttare al meglio i social network per comunicare il progetto ai clienti. Si tratta del progetto “Inglorious fruits & vegetable: a glorious fight against food waste” della catena di supermercati Intermarchè. L’azienda ha affrontato il problema dello spreco di frutta e verdura esteticamente non perfetta che è solitamente buttata via perché invenduta. Per incoraggiarne il consumo, gli alimenti “brutti” sono venduti scontati e con packaging più attraenti. Valutate voi i risultati…

Ed ecco un ottimo esempio tutto italiano! MiTo Settembre Musica, festival internazionale che unisce ogni anno Milano e Torino attraverso la musica classica, per pubblicizzare l’edizione del 2013 ha realizzato – in collaborazione con GreenGraffiti® Italia – una campagna pubblicitaria di reverse graffiti in tutto il centro città di Milano. Costo ambientale dei 60 messaggi pubblicitari? 1800 litri d’acqua piovana e tre stencil in alluminio già riciclati. Ottimo, non trovate?

 

Chiudiamo questa carrellata delle 10 migliori campagne pubblicitarie sulla sostenibilità, con un caso perfettamente in linea con lo spirito di KOMAMA, che con leggerezza vi offre spunti di riflessione per essere ogni giorno più responsabili verso il nostro Pianeta. È la Fairtrade Foundation che promuove un trattamento equo dei piccoli imprenditori agricoli trasmettendo un messaggio molto semplice: tutti noi possiamo creare un cambiamento positivo compiendo piccoli passi insieme.

 

E voi? Siete rimasti colpiti da altre pubblicità green? Conoscete dei casi curiosi di green advertising o azioni di green marketing che volete condividere con Komama? Scriveteci!

 

Shares
Share This

SEGUICI SU FACEBOOK!

Aggiornamenti su alimentazione naturale, salute, bellezza, risparmio e ambiente.

Komama

SEGUICI SU FACEBOOK!