Per i giovani imprenditori trovare i finanziamenti per realizzare le loro idee e lanciare la propria startup non è sempre facile. E rischia di esserlo ancora di più per chi ha deciso di lanciare una startup a vocazione sociale o sostenibile.

Quando si sogna di portare avanti un’idea imprenditoriale basata su principi etici ed ecologici, si vuole che questi principi siano rispettati anche dagli investitori e dai finanziatori. Spesso si inizia a raccogliere fondi qua e là da amici e parenti, ma quando ci si prepara ad accelerare il passo diventa chiaro che è necessario affidarsi a un bacino più vasto.

startup Komama sostenibile

Un’altra scelta molto gettonata dai giovani imprenditori è quella di presentarsi su piattaforme di crowdfunding. Se il progetto piace, si riesce a raccogliere un sostanzioso capitale da gente appassionata in cambio di una ricompensa oppure una partecipazione nel progetto.

Se siete fortunati, poi, riuscite ad attrarre l’attenzione di un angelo. Una startup ben avviata può diventare interessante per gli angel investor. Questi angeli sono imprenditori che cercano nuove opportunità per investire i loro soldi.

Per una startup impegnata nel sociale o nello sviluppo sostenibile può essere, invece, più complicato ottenere finanziamenti da venture capitalist. Questi investitori specializzati hanno un approccio più speculativo. Si focalizzano su molti progetti imprenditoriali in contemporanea, privilegiando aziende rivolte a mercati o settori con alto potenziale di crescita.

Fondo d’innovazione sostenibile e solidale

Le banche etiche hanno vissuto negli ultimi anni un importante sviluppo e adesso stanno espandendo il loro raggio d’azione per andare incontro ai giovani imprenditori tramite fondi d’innovazione rivolti specificamente alle startup equosolidali ed ecologiche. Banca Alternativa BAS ha lanciato il suo fondo d’innovazione per poter sostenere maggiormente quelle startup sostenibili che non riuscivano o non potevano accedere a finanziamenti convenzionali.

Attualmente il fondo di Banca Alternativa sostiene circa 50 progetti attraverso partecipazioni o prestiti. Queste startup spaziano dall’agricoltura biologica alle energie rinnovabili, dalla sanità alla mobilità sostenibile. Tra i progetti sostenuti ci sono un produttore di birra artigianale, una marca di vestiti e aziende impegnate nel commercio equosolidale.

Il fondo d’innovazione raccoglie il suo capitale attraverso la banca e i suoi azionisti, ma anche da donazioni di gente comune, che riconosce l’importante ruolo di questo fondo nel sostenere startup sostenibili che vogliono portare un cambiamento nella società.

Shares
Share This

SEGUICI SU FACEBOOK!

Aggiornamenti su alimentazione naturale, salute, bellezza, risparmio e ambiente.

Komama

SEGUICI SU FACEBOOK!